mistico’s web blog …

Archive for settembre 2006

Browser:
Firefox http://www.mozilla.com/firefox/
Opera http://www.opera.com/E-mail:
Thunderbird http://www.mozilla.com/thunderbird/

Antivirus:
Antivir-PE http://www.free-av.com/
Avast http://www.avast.com/
AVG Free http://free.grisoft.com

Firewall: Kerio http://www.kerio.com/
Outpost http://www.agnitum.com/products/outpostfree/index.php

Masterizazzazione:
burn4free http://www.burn4free.com/
burn-at-once http://www.burnatonce.net/

Anti-spy:
ad-aware http://www.lavasoftusa.com/software/adaware/
Spybot S&D http://www.safer-networking.org/it/index.html

Gestione archivi:
7-zip http://www.7-zip.org/
TugZip http://www.tugzip.com/

Riproduzione audio-video:
Winamp www.winamp.com
bs-player http://www.bsplayer.org/
VLC http://www.videolan.org/vlc/
Media Player Classics http://sourceforge.net/projects/guliverkli/
Zoom Player http://www.inmatrix.com/

Office OpenOffice http://it.openoffice.org/

Rip CD
CDex http://sourceforge.net/projects/cdexos/

Fotoritocco:
The Gimp http://gimp.linux.it/www/
Paint.NET http://www.eecs.wsu.edu/paint.net/

Clean Tools
Dick Cleaner http://www.diskcleaner.nl/
My Uninstaller http://www.nirsoft.net/utils/myuninst.html
CCleaner http://www.ccleaner.com/

System Info & Bench
Pc Wizard 2006 http://www.cpuid.com/pcwizard.php

Gestione File Multimediali
Media Info http://mediainfo.sourceforge.net/it
Media Coder http://mediacoder.sourceforge.net/
Mp3Tag http://www.mp3tag.de/en/index.html

Editing Video
Virtual Dub http://www.virtualdub.org/

Code Editor
SciTE http://www.scintilla.org/SciTE.html
Notepad++ http://notepad-plus.sourceforge.net/uk/about.php
PSPad http://www.pspad.com/it/

p2p Security
PeerGuardian http://www.p2psicuro.it/peerguardian/index.htm
Emule MorphXT http://www.p2psicuro.it/download.htm

Annunci

La guida nasce con l’intento di apportare un piccolo contributo agli utilizzatori dell’ultimo sistema operativo di Microsoft, in modo che tutti, esperti e non, possano avvantaggiarsi delle migliorie apportate da questi tweaks.
Per renderla maggiormente consultabile, la dividerò in capitoli, da seguire scrupolosamente in quest’ordine, al fine di ottenere un’installazione stabile e veloce.
Considerando ovvia la ricerca in proprio dei driver più aggiornati per la configurazione hardware in possesso, così come l’aggiornamento alla versione del Bios che fornisca le migliori prestazioni fruibili dal sistema, salto subito al resoconto per quello che riguarda il passo iniziale:
La preparazione all’installazione del sistema operativo.
Non mi addentro volutamente nei “meandri” del Bios, poiché non è questo lo scopo della guida, se non per raccomandarvi di impostare, per ora, solo quei parametri di cui sapete che non ne usufruirete le funzionalità: mi riferisco all’audio integrato, alla LAN, al video integrato, alle porte seriali e parallele, diventate ormai obsolete ed in molti casi non più utilizzate; questo per evitare affollamenti e conflitti tra le risorse IRQ, causate dalla presenza di troppe periferiche da gestire.
Soprattutto, assicuratevi che la voce Plug&Play OS nel bios sia settata su NO.
Per quello che concerne l’installazione del sistema operativo, pongo in rilievo tre accorgimenti particolari:

Impostazione del Sistema Operativo come Pc Standard

Inserimento preventivo dei driver per il controller raid, se parte integrante dell’hardware della scheda madre che possedete e, se ATA133: l’ATA100 è correttamente riconosciuto dal sistema operativo

Formattazione al file system nativo di Windows Xp: l’NTFS

l’ACPI

L’ACPI (Advanced Configuration Power Interface) è, sulla carta, in grado di garantire una migliore gestione del risparmio energetico sfruttando i sistemi operativi che supportano l’OSPM (OS Direct Power Management), i quali permettono al sistema operativo stesso di bypassare certe funzionalità del bios in modo da gestire in modo diretto le periferiche del computer; per farvi un esempio potete settare la gestione del disco rigido di modo che vada in una modalità, detta “sospensione”, se i dati presenti nell’hard disk non vengono utilizzati per un periodo di tempo prestabilito.
D’altro canto, l’Advanced Configuration Power Interface, se gestito dal sistema operativo, non permette la gestione manuale degli IRQ: in caso di problemi di condivisione per la gestione IRQ, non potrete porvi rimedio in alcun modo, giacché sarebbe disabilitata la possibilità d’intervento manuale.
A questo proposito, gli utenti più smaliziati di Windows 2000, sono soliti impostare il pc disabilitando l’ACPI, dal momento che questo sistema operativo non lo gestisce al meglio; Windows Xp, al contrario, lo gestisce ottimamente.
Sarà per abitudine o precauzione, personalmente preferisco in ogni caso avere la facoltà di gestire direttamente le risorse IRQ.
Ultima nota al riguardo: questo tipo di configurazione comporta, come unico effetto collaterale, lo spegnimento del computer in modalità manuale…quindi decidete voi se è troppo…faticoso!
Colgo l’occasione per ringraziare Kurst per averci segnalato la possibilità di assegnare lo Standard Pc durante l’installazione e non ad installazione avvenuta (così facendo eviterete d’installare un bel po’ di librerie, servizi e chiavi di registro che rimarrebbero inutilizzati).

Installazione del Sistema operativo

Procedete quindi con l’installazione, facendo attenzione al punto in cui vi apparirà la seguente scritta (praticamente ad inizio installazione):
“Premere F6 per installare driver SCSI o RAID di terze parti”
Dovrete premere immediatamente il tasto F5 ed il tasto F6 in successione: vedrete, dapprima, comparire un menu nel quale avrete la possibilità di scegliere il tipo d’installazione preferito:
Selezionate PcStandard.
In seguito, per risposta alla precedente pressione del tasto F6, avrete la possibilità d’installare i driver del controller raid ATA 133:
preparatevi quindi un dischetto floppy contenente i driver appropriati.
Procedete, quindi, alla formattazione in NTFS.
Finita l’installazione di Windows, procediamo con l’installazione delle Service Pack disponibili al momento (ora “solo” la SP1).
Altro passaggio da eseguire nelle prime fasi dell’installazione del sistema operativo, il file di swap: esso è da fissare in una dimensione unica sia per la dimensione minima, che per quella massima: solitamente s’imposta un valore doppio al quantitativo di memoria presente nel sistema (Es.: 512 Mb di ram = 1024 Mb per il file di swap). La miglior configurazione, in questo caso, è quella di dedicargli uno spazio partizionato; prendo atto del suggerimento di Hunty, il quale dichiara più performante convertire questa partizione in FAT 16 (sicuramente da verificare).

L’installazione dei driver

Non resta che installare i driver principali; i primissimi, sono le directX;
l’ultima release, al momento, riguarda la versione 9.0.
Di seguito andremo ad installare i 4 in 1, nel caso di sistemi AMD, o l’Inf nel caso di sistemi Intel, e, dopo, i driver della vostra scheda video.
Procedete quindi con l’installazione dei driver più aggiornati per le periferiche che possedete ed infine, con l’installazione dei programmi abitualmente usati. Se avete parecchi Gb di programmi da installare (io installo sempre solo lo stretto necessario, creo un’immagine di salvataggio con Drive Image, e poi procedo con i programmi più…futili!), Vi consiglio di fermarvi, di tanto in tanto, e procedere ad una nuova deframmentazione del sistema.

Impostazioni del Sistema operativo

Avrete certamente notato che alcuni programmi installati di default da Windows Xp, sembra non possano essere disinstallati.
Ecco come fare (ognuno di voi agirà in conseguenza alle proprie esigenze):
nella cartella Windows inf c’è il file Sysoc.inf; apritelo con il Notepad e cancellate tutti gli “Hide” che vi si trovano, togliendo solo la voce stessa, e lasciando le virgole tra le quali è scritta (al tal fine, potete utilizzare il menù sostituisci).
Cliccate sull’icona Installazione Applicazioni, poi su Intallazioni di Windows e disinstallate tutti i programmi che non v’interessano, lasciando da parte, per ora, Windows Messenger, per il quale v’indico, di seguito, una procedura completa è sicura.
Avviate Messenger e togliete i vari segni di spunta alle voci che riguardano l’avvio automatico del programma.
Poi da Start/Esegui digitate il seguente comando:
RunDll32 advpack.dll,LaunchINFSection %windir%\INF\msmsgs.inf,BLC.Remove
e cliccate su OK; eventualmente vi sarà chiesto di riavviare il sistema, una volta riavviato controllate che la cartella Messenger (c:\Programmi) sia stata effettivamente eliminata; disabilitate il servizio “Messenger” in Pannello di Controllo/Strumenti d’amministrazione/Servizi, arrestandolo (senza usare le…manette!).

Riaprire quindi Installazione Applicazioni, e togliere tutte quelle applicazioni integrate in windows che non v’interessa avere, compreso, se ancora presente, Windows Messenger.
Eseguite, eventualmente, anche anche un “pulitore” di registro (personalmente uso JV16PT).

Ed ora una serie di tweaks generiche

Capitolo sicurezza:
anche se il Palladium non è ancora alle porte sappiamo benissimo che la Microsoft inserisce degli “spyware” che inviano le nostre informazioni su internet mettendo a repentaglio la nostra privacy. Possiamo ricorrere al mitico ADware, un’utility che permette di eliminare gli spyware…”allegati” alle applicazioni che abbiamo installato (essa è da eseguire ogni volta che installiamo programmi nuovi).
Il nuovo lettore multimediale di Windows non è da meno, e presenta alcuni di questi…imbrogli. Vediamo quindi come disabilitarli:
Aprite il lettore multimediale e recatevi alla voce Strumenti/Opzioni: deselezionate il segno di spunta alle voci “Download automatico dei codec”, “Consenti ai siti Internet di identificare in modo univoco il lettore multimediale” e “Acquisisci licenze automaticamente”.
Sotto la scheda Copia musica, disattivare la voce proteggi contenuto.

***

Se utilizzate un programma di terze parti per la compressione/decompressione dei file, potete eliminare l’utility di compressione fornita di default con Windows XP:
Da Start/esegui/regsvr32 /u zipfldr.dll
Se vi accorgeste di averne nuovamente bisogno, ecco il metodo per riattivarla:
Start/esegui/regsvr32 zipfldr.dll

***

Togliere l’indicizzazione dei file, se non si usa il pc in rete
l’indicizzazione dei file la si disattiva dalle proprietà dei dischi in risorse dei computer.

***

Dal menù d’Avvio, Impostazioni, Pannello di controllo, Sistema,
Scegliete la voce ‘Avanzate’, Avvio e Ripristino
A questo punto togliete la spuntatura dalla voce “Errore di sistema -Invia avviso amministrativo”.

***

Su “Sistema” aprite la voce “Connessione Remota” e rimuovete la selezione su “Consenti invito invii d’assistenza remota da questo computer” e “Consenti agli utenti di connettersi in remoto al computer”.

***

Disabilitare l’aggiornamento automatico
Andate ora su “Aggiornamenti Automatici” e scegliete la voce “Disattiva l’aggiornamento automatico: il computer sarà aggiornato manualmente.

***

Togliere spunta da: Scrivi l’evento nel registro di sistema e Riavvia automaticamente (Start-Pannello di controllo-Sistema-Avanzate-Avvio e Ripristino).

***

Togliere ombra puntatore e tutti gli effetti visivi (alla voce regola in modo da ottenere prestazioni migliori); a questo punto, W_Xp avrà l’interfaccia di W 2000; non disperate! Basta cliccare col destro sul Desktop ed in proprietà evidenziare come sfondo ancora quello di W Xp e ritornerà l’interfaccia originale senza…”fronzoli”!).

***

Disattivate ora l’invio d’informazioni tramite la sincronizzazione dell’ora:
cliccate due volte sull’icona dell’orologio nella barra d’avvio e portatevi alla linguetta “Ora Internet”: deselezionate il segno di spunta dalla casella “Sincronizzazione automatica con server di riferimento ora”.

***

Nella cartella C:\Documents and Settings\Nome_Utente (il vostro)\SendTo mettere i collegamenti della stampante e del Blocco Note (più che altro è una comodità…).

***

Impostare il modem e le porte seriali al massimo; 128000 per la seriale e 115200 per il modem (Sistema-Hardware-Gestione Periferiche)

***

Disattivare i suoni di sistema (Pannello di controllo-Suoni e Periferiche).
Disabilitare i menù personalizzati (Clic con il destro del mouse sulla barra delle apllicazioni-Menu avvio-Personalizza-Avanzate)

***

Nelle impostazioni internet, su Avanzate, disattivate la ricerca automatica d’aggiornamenti e attivare le spunte su “non salvare pagine crittografate su disco” e “svuota la cartella file temporanei internet alla chiusura del Browser”.
***

Aprite esplora e cliccate su Strumenti / Opzioni:
Cartella /Tipo File e su avanzate, cliccate su visualizza sempre estensioni a questi file: .hta, .shs, JS e VBS Script; ancora, per ognuno, ciccate su Avanzate, e cambiate l’impostazione da APRI a MODIFICA. (serve a tutelarsi da file…”virali”).

***

Disattivate la voce “Utilizza visualizzazione file semplice” (in Opzioni cartella).

***

Pulizia totale File Temporanei Internet
Pulizia che si rende necessaria perchè la normale opzione “Pulitura Disco” di XP non elimina tutto il contenuto della cartella dei file temporanei internet, e nemmeno azzera il file index.dat, “memoria” della nostra navigazione.
Occorre innanzitutto un programma che include la funzione di navigazione fra le risorse locali, tipo WinRar.
Aprite WinRar e navigate fino all’interno della vostra cartella dei File Temporanei Internet; attenzione: dall’esplora file di WinRar dovete raggiungere l’interno della cartella, non semplicemente evidenziare la cartella stessa.
Fatto cio’, da Task Manager fermate il processo attivo dell’Esplora Risorse di Windows (per evitare problemi di conflitti con i file in uso, che possono impedire l’operazione di pulizia), vale a dire terminate il processo EXPLORER.EXE. Quindi selezionate tutto il contenuto della vostra cartella dei file temporanei internet direttamente dalla maschera di WinRar, in precedenza aperta, e premete il tasto CANC sulla tastiera, confermando il tutto.
Per concludere, riportatevi su Task Manager e selezionate il menu’ File -> Nuova operazione (Esegui…), digitate EXPLORER.EXE per riattivare il processo precedentemente terminato, e confermate.

***

Backup delle connessioni d’accesso remoto
Individuare il file Rasphone.pbk nella cartella:
C:\Documents and Settings\All Users\Dati applicazioni\Microsoft\Network\Connections\Pbk
Una volta create tutte le connessioni, salvatevi il file Rasphone.pbk.
Per ripristinare le connessioni non dovete fare altro che ricopiare il file “Rasphone.pbk” nella stessa directory, sovrascrivere quello esistente e riavviare il PC.
Password e User Id dovranno essere reinserite.

***

Comandi Rapidi Restart e Logoff
In Windows XP è possibile utilizzare un comando specifico per evitare alcuni passaggi nel riavviare e spegnere il sistema.
Il comando in questione si trova nella cartella x:\windows\system32\ ed è identificato con il nome: shutdown.exe
Per creare quindi due icone per riavviare e spegnere il sistema semplicemente facendo doppio click su una delle due possibilità dovrete procedere in questo modo:
– Cliccate sul Desktop con il bottone destro del mouse, scegliere Nuovo e poi Collegamento;
– Nella finestra che vi appare inserite il percorso di shutdown.exe, vale a dire:
x:\windows\system32\shutdown.exe
dove x: sta per l’unità dove avete installato l’OS;
– Cliccate Avanti e date un nome al Collegamento e Cliccate nuovamente Avanti;
– Ora avrete sul Desktop un’icona. Cliccateci sopra con il bottone destro del mouse e scegliete proprietà;
– Nella prima voce in alto che vi compare (target) dovreste avere quindi il percorso
che avete immesso precedentemente (x:\windows\system32\shutdown.exe).
A questo punto dovete aggiungere un paio di comandi per decidere le funzioni del collegamento, come segue:
Se volete compiere un riavvio, la riga suddetta deve apparire in questo modo
x:\windows\system32\shutdown.exe –r –t 00
dove –r trasmette il comando per riavviare il PC e –t imposta il ritardo per l’esecuzione del comando in 00 secondi (quindi riavvio immediato).
Se volete eseguire il logoff, invece, la riga suddetta deve apparire in quest’altro modo:
x:\windows\system32\shutdown.exe –s –t 00
dove –s trasmette il comando per spegnere il PC e –t imposta il ritardo per l’esecuzione del comando in 00 secondi (quindi spegnimento immediato).

***

Riorganizzazione facilitata dei files tramite Prefetching
start/esegui: defrag c: -b
Si apre una finestra in emulazione senza messaggi, i files sono riorganizzati senza che sia visualizzato nient’altro.
Da eseguire dopo la normale deframmentazione.

***
Apertura personalizzata di Esplora Risorse
Creare un collegamento ad Esplora Risorse
Editare il collegamento con clic dx, proprietà
Aggiungere nella sezione destinazione le seguenti opzioni separandole con uno spazio dalla path del programma
/n,/e, per far aprire esplora risorse con l’elenco delle partizioni
aggiungere la lettera abbinata alla partizione che vogliamo far aprire all’avvio del programma, per esempio:
/n,/e,x:Ovviamente il tip può essere personalizzato a piacere facendo aprire direttamente una directory, oppure farlo funzionare come collegamento a files che saranno aperti, se compatibili, da IE altrimenti apparirà la finestra per scegliere se scaricare il file o aprirlo, come se si trovasse in rete.

***

Recovery Console
In caso di crash o gravi problemi che impediscono il corretto funzionamento di Windows 2000/XP, si ricorre alla Recovery Console.
Si può installare la Recovery Console nel menu d’avvio di Win2000/XP
Start/Esegui
e si digita il seguente comando
[Lettera CD-Rom]:\i386\winnt32.exe /cmdcons
così facendo la Recovery Console viene copiata sull’Hard Disk ed è immediatamente accessibile tramite il menu di boot.
Per avere l’elenco dei comandi digitare Help

DRIVER_IRQL_NOT_LESS_OR_EQUAL ERROR
Generalmente questo tipo d’errore è generato dai moduli ram, che possono essere difettosi od incompatibili con la vostra scheda madre, o più semplicemente avete impostato dei timings troppo aggressivi.
In qualche altra circostanza la causa del problema potrebbe dipendere dal file di paginazione, e poiché non costa nulla, potete provare questa procedura:
1. destro mouse su risorse del PC / proprietà /avanzate / impostazioni e cliccare sul pulsante prestazioni / avanzate / memoria virtuale / cambia / qui selezionare nessun file di paging e cliccare su imposta / OK / OK e riavviare
2. una volta riavviato destro mouse su risorse del PC / proprietà /avanzate / impostazioni e cliccare sul pulsante prestazioni / avanzate / memoria virtuale / e selezionare Dimensioni gestite dal Sistema cliccare Imposta / Ok / Ok e riavviare.
Se anche con questa procedura l’errore compare ancora, avremo un motivo in più per concentrarsi sui moduli ram.
***
Ancora…incrementare la larghezza di banda (questo per chi usa pc collegati in rete)
da Start/Esegui digitate:
gpedit.msc
Vi troverete nella finestra dei criteri di gruppo; ciccate su Configurazione computer, Modelli amministrativi, rete, ed aprite la cartella “Utilità di pianificazione pacchetti QoS”.
Nel contenuto della cartella, troverete la voce “Limita Larghezza di banda riservabile”; doppio clic, su di essa, ed alla scheda impostazioni, ciccate su attivata impostando il valore 0. (Naturalmente la voce “Utilità di pianificazione pacchetti QoS” deve essere attivata nelle impostazioni di rete).

***

Usare l’active desktop per recuperare un po’ di memoria usate dai wallpapers
Quando voi usate un wallpaper usando il metodo standard (selezionate un background dal desktop tab nelle proprietà dello schermo), Windows converte questa immagine in un gigantesco bmp anche se voi avete selezionato un file jpeg per cui se avete un bel wallpaper da 220k questo verrà trasformato in uno da 3.15. Per ovviare a questo problema usate l’active desktop così:
1. Click destro nel vostro desktop e selezionate proprietà, poi andate su desktop.
2. Click su “Personalizza Desktop”.
3. Andate su “Web” e cliccate su “Nuova”
4. Cercate il vostro sfondo preferito e cliccate ok. Ok avete finito.
5. Siate sicuri che la casella di fianco a “Blocca elementi web” sia spuntata.
6. Click su OK, e OK di nuovo.
7. Ora la vostra immagine apparirà come una normale finestra. Trascinatela dove volete e fateci un click destro sopra.
8. Ora selezionate “Blocca elementi web” e assicuratevi che la casella sia spuntata.
9. Ecco fatto. Ora avete un wallpaper che occupa poca memoria.

***

Alcuni “shortcut” da tastiera che vi aiuteranno a velocizzare il vostro lavoro
WINKEY e poi qualsiasi lettera
Schiacciate WINKEY e vedrete che il menù start si aprirà. Premete qualsiasi lettera e vedrete che verrà evidenziata la prima applicazione che inizia per la lettera che avete premuto, se premete di nuovo la stessa lettera sarà evidenziata un’altra applicazione che inizia con la stessa lettera. Premete INVIO per far partire l’applicazione selezionata.
WINKEY + M
Questo minimizzerà ogni vostra finestra
WINKEY + D
Anche quest’opzione pulirà il vostro dekstop, ma se schiacciate un’altra volta WINKEY + D le applicazioni torneranno.
WINKEY + L
Questa sequenza farà andare windows alla selezione degli utenti senza però chiudere le applicazioni. Molto utile se assegnate una password e magari vi allontanate, in questo modo nessuno potrà vedere quello che state facendo.
WINKEY + F
Questo aprirà la pagina di ricerca
WINKEY + R
Farà apparire la finestra ESEGUI
WINKEY + B
Questo comando vi farà selezionare le applicazioni che ci sono nel SYSTRAY. Ci potete navigare usando le freccette, schiacciate invio per aprire l’applicazione selezionata. Se non potete vedere quale icona avete selezionate aspettate un attimo e un messaggio con le info dell’applicazione apparirà. Se schiacciate TAB selezionerete un’applicazione del desktop.
ALT + TAB
Vi permetterà di muovervi attraverso le applicazioni in esecuzione.
CTRL + O (CTRL + L)
Questo aprirà il campo di inserimento dati. Per esempio in Internet Explorer lo potete usare per scrivere un indirizzo web senza usare il mouse.
CTRL + N
Farà aprire una nuova finestra dell’applicazione che state utilizzando.
CTRL + TAB
Vi permetterà di scorrere fra le diverse linguette delle finestre (per esempio delle proprietà del sistema. Usate CTRL + SHIFT + TAB per muovervi nel verso opposto.
WINKEY + PAUSA
Vi permetterà di andare alle proprietà di sistema istantaneamente.

***
Maggiore potenza del processore
Nel box Esegui scrivete “Rundll32.exe advapi32.dll,ProcessIdleTasks”. Ciò libererà i programmi in idle che lavorano in background così windows XP potrà avere più risorse libere. Questo processo può durare anche 15 minuti ma le perfomance sono assicurate. Ecco una parte dell’articolo della Microsoft (che potete trovare qui: http://www.microsoft.com/hwdev/platf…/benchmark.asp):
“When called from the command line, the ProcessIdleTasks work is done in the background asynchronously. It can take 10 to 15 minutes for idle tasks to complete. Task Manager will report processes running, and the disk will likely be active during this time”

***

Andate su Risorse del computer, strumenti, opzioni cartella, visualizzazione e spuntate la voce “esegui le finestre delle cartelle in un processo separato”. Windows aprirà ogni nuova finestra (inclusi i programmi) nella loro memoria riservata e in separati processi prioritari. Ciò aumenterà la stabilità e la velocità ma anche il consumo della ram, purtroppo

***

Disk Write caching
Windows di default trattiene i dati in una memoria di buffer prima di scriverli nel disco, disabilitando questa funzione si aumenteranno le prestazioni del sistema scrivendo direttamente sul disco. Per far ciò, su risorse del computer, andate nella sezione Hardware, cliccate su Gestione periferiche, ciccate sul segno + vicino alle icone degli hard disk e selezionate un drive. Cliccate su proprietà e togliete la spunta dalla voce “Write Cache Enabled”. Ripetete la procedura per tutti gli hard disk del vostro pc e riavviate.

Il Regedit

A disposizione della guida, allegati al 3d appositamente aperto, ci sono alcuni file.reg per implementare ulteriormente i settaggi al registro di sistema. Essi, oltre a dare un ulteriore Boost al sistema, comprendono anche piccole utilità simpatiche, tipo aggiungere al menù contestuale le voci “Copia nella cartella” e “Sposta nella cartella”; associati a questi file ci sono i rispettivi “Default”: ciò vi sarà utile nel caso la modifica non fosse di vostro gradimento.
Il consiglio è di eseguirle prima di procedere con le modifiche manuali al registro; potrete così verificare, con i successivi settaggi manuali che vi indico, se anche queste modifiche sono state eseguite correttamente.
Vi segnalo anche un paio di programmini Must del settore, anche questi da eseguire preventivamente per lo stesso motivo di cui sopra:
Tweaks Xp e X Setup (quest’ultimo segnalatomi da Vulcano23); il primo è molto semplice e consente buone personalizzazioni al sistema, compresi parecchi Tweaks atti ad incrementare le prestazioni dello stesso, mentre il secondo è molto più impegnativo e, di conseguenza, permette di inoltrarsi ben più a fondo nel sistema (più adatto ad utenti…”navigati”!)

***

Apriamo ora il registro di Windows (Start/Esegui/Regedit/Invio): vi accorgerete che molte modifiche che vi indicherò di seguito, saranno già settate, grazie ai file di registro lanciati preventivamente ed al programma di Tweaks che avrete scelto: ovviamente lasciato inalterato il loro valore.

***
Velocizziamo l’apertura dei vari menù, sia di windows che dei Programmi installati
Navigate fino a trovare la chiave:
[HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop]
E cambiate il valore della stringa “MenuShowDelay” a 250 (default 400). Provate, a vostra discrezione, anche un valore inferiore.

***

Modificare Servizi con Regedit
Start –> Esegui –> regedit
navigare sino alla chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services
individuare il/i servizi su cui si vuole agire, e immettere i valori per ottenere lo scopo
0 = boot
1 = il sistema
2 = automatico
3 = manuale

***

Cambiare il numero seriale al sistema operativo
[Direttamente dal sito Microsoft, Knowledge Base (Q328874)]
1. Click Start, and then click Run.
2. In the Open box, type regedit, and then click OK.
3. In the left pane, locate and then click the following registry key:
HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\WindowsNT\Current Version\WPAEvents
4.In the right pane, right-click OOBETimer, and then click Modify.
5. Change at least one digit of this value to deactivate Windows.
6. Click Start, and then click Run.
7. In the Open box, type the following command, and then click OK.
%systemroot%\system32\oobe\msoobe.exe /a
8. Click Yes, I want to telephone a customer service representative to activate Windows, and then click Next.
9. Click Change Product key.
10. Type the new product key in the New key boxes, and then click Update.
If you are returned to the previous window, click Remind me later, and then restart the computer.
11. Repeat steps 6 and 7 to verify that Windows is activated. You receive the following message:
Windows is already activated. Click OK to exit.
12.Click OK.
13. Install SP1 for Windows XP.

***

Recovery Console: come ampliarne le funzioni
Nel caso si debba usare la Console di Ripristino di Windows 2000/XP, si ha la limitazione che è possibile eseguire operazioni esclusivamente nella Directory Windows.
Con qualche piccolo accorgimento è possibile espanderne le potenzialità, potendo così esplorare e agire su qualunque cartella, inotre diverrà possibile interagire con il lettore Floppy.
Per windows 2000 e XP Professional:
Start –> Esegui –> gpedit.msc
Configurazione Computer –> Impostazioni di Windows –>
Impostazione Protezione –> Criteri Locali –> Opzioni Protezione:
e impostare su abilitato la voce:
“Console di Ripristino di Emergenza. Consente la copia di dischi Floppy e l’accesso a tutte le unità e Cartelle”
Su Windows XP Home invece bisogna modificare la seguente voce nel registro di configurazione:
Start –> Esegui –> regedit
Windows Registry Editor Version 5.00
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Setup\RecoveryConsole]
“SetCommand”=dword:00000001
cambiare il valore della voce SetCommand da 0 a 1

***

Pannello di Controllo ovunque
Con questo metodo è possibile creare la cartella del Pannello di Controllo e metterla dove vi può fare comodo.
Destro mouse e da menù contestuale scegliere:
nuova cartella
Destro mouse sulla nuova cartella e scegliere:
rinomina
Scrivere, o fare copia & incolla del comando:
ControlPanel.{21EC2020-3AEA-1069-A2DD-08002B30309D}
N.B.: il procedimento per ottenere la parentesi graffa da tastiera, è:
AltGr + Shift + [ = {
AltGr + Shift + ] = }
ALT + 123 ==> {
ALT + 125 ==> }

***

Voci di Registrazione
Potrebbe essere utile modificare l’impostazione predefinita di Windows, che unisce al registro di configurazione i file .REG quando vi si clicca sopra, e fare in modo che invece li editi aprendoli nel blocco note.
Andate in Opzioni Cartella/Tipi di File, individuare i .REG; cliccate su Avanzate, selezionate Modifica ed ancora su Predefinito: fatto ciò uscite confermando con OK.
Dopo questa modifica, quando si vorrà aggiungere nel registro di configurazione delle voci, bisognerà eseguire destro mouse sul file .REG e dal menù contestuale scegliere Unisci.

***

Eseguibili che non…“eseguono”
Se vi dovesse capitare che cliccando su un eseguibile o un collegamento ad esso, questi non parte, oppure si apre esplora risorse, la causa di questo problema è dovuto a una chiave non corretta in:
HKEY_CLASSES_ROOT/Exefile/Shell/Open/Command
per cui fate copia e incolla di questo e lo salvate con estensione .reg:

REGEDIT4

[HKEY_CLASSES_ROOT\exefile\shell\open\command]
@=”\”%1\” %*”

***

PrefetchParameters
Cercate la solita chiave:
[HKEY_LOCAL_MACHINE > SYSTEM > CurrentControlSet > Control > Session Manager > Memory Management > PrefetchParameters
Trova la chiave EnablePrefetcher e cliccateci sopra
Aumentate il valore a 5 e riavviate.

***

Leggere con Nero la reale velocità del masterizzatore
(solo WinXP Professional)
Regedit e cercate la chiave:
HKey_Current_User\Software\Ahead\Nero Burning Rom\Recorder
Cercate ora la sottochiave:
ShowSingleRecorderSpeed ed impostare il valore 1.

***

Eliminare le voci residue di programmi ormai disinstallati
Regedit
HKey_Local_Machine\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Uninstall
Qui si trova la voce relativa a programmi disinstallati (non completamente)….basta selezionarla e cancellarla.

***

Capita spesso installando versioni beta di Microsoft di ritrovarsi nell’angolo inferiore destro del desktop una scritta del tipo: “Solo a scopo dimostrativo”.
Aprire Regedit e posizionarsi su:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\SystemCertificates\ROOT\Certificates
Eliminare la chiave
2BD63D28D7BCD0E251195AEB519243C13142EBC3
Posizionarsi su:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\SystemCertificates\CA\Certificates
ed eliminare la chiave:
FEE449EE0E3965A5246F000E87FDE2A065FD89D4
Riavviare Windows

***

IRQ Priority performance
Questo tweak può incrementare le priorità che vengono assegnate a ciascun IRQ, aumentando le performance del componente associato. In genere questo tweak viene assegnato per il System CMOS/real time clock. Per far ciò andate su: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\PriorityControl
Create una nuova DWORD rinominandola in IRQ(mettete il numero dell’irq senza le parentesi tonde) e come priorità, assegnategli il valore 1 nel box decimale. Riavviate per far si che il tweak sia caricato.

__________________

NTFS usa diverse “master file control tables” per conservare le informazioni del filesystem dei vostri hard disk. Molte volte le dimensioni di queste tabelle crescono e possono anche frammentarsi rallentando il disco. Per ovviare a ciò andate su “HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FileSystem” create una nuova DWORD, chiamatela ‘NtfsMftZoneReservation’ e settatela su 2.

***

Velocizzare la navigazione sulla vostra rete
Esiste un bug che Windows Xp ha ereditato dal 2000 che provoca la ricerca della cartella della pianificazione nei dischi condivisi. Microsoft ha sviluppato un fix per questo bug:
1. Aprite regedit.
2. Andate su HKEY_LOCAL_MACHINE/Software/Microsoft/Windows/Current Version/Explorer/RemoteComputer/NameSpace.
3. Cercate una chiave di nome {D6277990-4C6A-11CF-8D87-00AA0060F5BF}.
4. Cancellatela.
5. Riavviate

***

Eliminare gli avvertimenti di spazio insufficiente
Nel registro andate su “HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer\” e create una DWORD col nome “NoLowDiskSpaceChecks” e settatela su 1. Riavviate.

***

Scaricare le dll per liberare la memoria
Windows salva le DLL (Dynamic-Link Libraries) nella memoria per un certo periodo di tempo dopo che un’applicazione, che le ha usate, è stata chiusa. Questo può essere chiamato un uso non efficiente della memoria. Ora nel registro andate su “HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer”, create una nuova DWORD e chiamatela ‘AlwaysUnloadDLL’ e settatela su 1. Riavviate per far sì che le modifiche abbiano effetto.

***

Rimozione degli Shared Documents
Cercate la seguente chiave:
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows\CurrentVersionExplorer\MyComputer\NameSpace\DelegateFolders\]
eliminate (come in figura) la sottochiave:
{59031a47-3f72-44a7-89c5-5595fe6b30ee}

***

Outlook XP
Di seguito riportiamo alcuni brevi consigli validi solo per Outlook XP.

Minimizzare Outlook nella system tray
Aprite il registro di configurazione (Start/Esegui/Regedit) e cercare la chiave:
HKEY_CURRENT_USER \ SOFTWARE \ MICROSOFT \ OFFICE \ 10.0 \ OUTLOOK \ PREFERENCES.
Aggiungere un nuovo valore DWORD rinominandolo “MinToTray” e settare il valore della stringa a 1. 2.

Modificare l’impostazione d’avvio di Outlook Xp aperto dal menu d’avvio
Se non avete scelto di visualizzare la “Posta in arrivo” all’avvio di Outlook noterete che questa impostazione non è rispettata nel caso in cui apriate il programma dal menù dei programmi.
Per risolvere questo inconveniente aprite il registro di configurazione e cercate la chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\CLIENTS\MAIL\MICROSOFT OUTLOOK\SHELL\OPEN\COMMAND @=”\”C:\\PROGRA~1\\MICROS~2\\OFFICE10\\OUTLOOK.EXE\” OUTLOOK:INBOX /RECYCLE”.
Rimuovete la dicitura “Inbox” con quella di vostra scelta.

***

Eliminare il banner di HotMail da Outlook Express
Aprite il registro di configurazione (Start/Esegui/Regedit) e cercare la chiave:
HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\MICROSOFT\Internet Account Manager\Accounts
Tra le sottochiavi troverete quella che contiene le impostazioni di Hotmail.
Selezionare il Valore DWORD ShowAddBar e cambiare il valore da 1 a 0

***

Scrivere un’email con Outlook senza avviare il programma
Start/esegui e scrivere mailto: Premere ok e scrivere la mail

***

Eliminare lo splash screen di Outlook Express
Aprite il registro di configurazione (Start/Esegui/Regedit) e cercare la chiave:
HKEY_CURRENT_USER\IDENTITIES\{EC7994FF-9DB7-4854-B5F1-C3D3956DED35}\SOFTWARE\MICROSOFT\OUTLOOK EXPRESS\5.0.
Aggiungere un nuovo valore DWORD rinominandolo “NoSplash” e settare il valore della stringa a 1.

***

Windows XP e salvataggio password di posta
In caso di mancato salvataggio della password di posta in Outlook Express con Win XP, potete rimediare in questo modo:
(Start/esegui/regedit), cercate la seguente stringa:
HKEY_CURRENT_USER/SOFTWARE/MICROSOFT/PROTECTED STORAGE SYSTEM PROVIDER.
Una volta trovata eliminatela, riavviate il pc, aprite OE e inserite la password dell’account.
Chiudete OE e riapritelo: la password sono salvate.

***

Boost Internet Xp
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Tcpip\Parameters] “EnablePMTUBHDetect”=dword:00000001 “EnablePMTUDiscovery”=dword:00000001
“SackOpts”=dword:00000001
“Tcp1323Opts”=dword:00000003
“TcpWindowSize”=dword:0005ae4c
“GlobalMaxTcpWindowSize”=dword:00011a6c

***

Boost Browser
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Dnscache\Parameters]
“CacheHashTableBucketSize”=dword:00000001 “CacheHashTableSize”=dword:00000180 “MaxCacheEntryTtlLimit”=dword:0000fa00 “MaxSOACacheEntryTtlLimit”=dword:0000012d

***

Spegnere il pc in tempi brevissimi
[HKEY_CURRENT_USER\Control Panel\Desktop]
“WaitToKillAppTimeout”=”2000”
“HungAppTimeout”=”3000”
“ActiveWndTrkTimeout”=dword:00000000
“AutoEndTasks”=”1”

[HKEY_USERS\.DEFAULT\Control Panel\Desktop]
“WaitToKillAppTimeout”=”2000”
“HungAppTimeout”=”3000”
“ActiveWndTrkTimeout”=dword:00000000
“AutoEndTasks”=”1”

[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control]
“WaitToKillServiceTimeout”=”2000”

***

Ottimizzare la ram I
[HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\FileSystem]
“NtfsDisableLastAccessUpdate”=dword:00000001

Ottimizzare RAM II
[HKEY_LOCAL_MACHINE\System\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management]
IoPageLockLimit = Mettere il valore decimale in base alla ram posseduta; vedi esempio sotto:
32768 = per chi possiede 128 Mb ram;

65536 = per chi possiede 256 Mb Ram;

131072 = per chi possiede 512 Mb Ram;

262144 = per chi possiede 768 Mb Ram.

***

Aumentare il ‘CPU priority effect’
Nel registro andate su “HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\PriorityControl\” e settate la chiave “Win32PrioritySeparation” su “38” (valore decimale!)

***

Un fastidioso problema che si presenta ogni volta che andate a trafficare nel registro, è quello di trovarlo sempre aperto all’ultima directory che avete…visitato: per fare in modo che ricompaia bello compatto e chiuso, dovete seguire questa procedura:
individuate questa chiave:
HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Applets\Regedit
Quindi individuate la sottochiave LastKey, fate doppio click su di essa e cancellate il valore che trovate.
ATTENZIONE: non cancellate la chiave, ma solo il contenuto.
Fatto questo nella finestra di sinistra, cliccate con il bottone destro sulla directory REGEDIT e nel menu che vi appare selezionate AUTORIZZAZIONI.
Per tutti gli utenti presenti dovete spuntare tutte le caselle NEGA.
Date l’Applica, Ok ed infine uscite dal registro.
Ora ogni volta che vi accederete lo troverete sempre chiuso e compatto.

***

Terminate le installazioni, è possibile rimuovere i programmi non indispensabili all’avvio del sistema operativo, usando l’utility “msconfig” finalmente presente in XP, in questo modo:
da Start/Esegui digitate Msconfig
Dalle varie schede che vi si presenteranno, selezionate quella denominata “avvio”, disattivando i programmi che non necessitano di essere caricati ogni qualvolta avviate il sistema operativo; e su questo punto mi soffermo un attimo in più. Ho notato parecchia gente che usa pc con una barra di avvio chilometrica!!! Riflettete: vi serve che il sistema carichi “tutte” le sante volte che lo accendete una miriade di programmi che alla fine rimarranno inutilizzati…???
Il mio consiglio, anche qui, è quello di sperimentare: disattivate una voce per volta, e verificate che la voce disattivata permetta il regolare funzionamento delle applicazioni….(questo serve per avere a disposizione più risorse di sistema possibili all’avvio del pc).

La manutenzione

Avete notato il tempo che ci vuole per rendere più stabile e veloce un sistema operativo come Windows Xp; beh, potrebbe anche succedere di dover formattare e ricominciare da capo tutta questa…tiritera!!!
Io ho risolto con un programma veramente eccezionale: Drive Image (personalmente non lo installo nemmeno in Windows…adopero i due dischetti DOS creati tempo addietro.)
Con Drive Image, salvo l’immagine del sistema operativo cosi’ ottimizzato, senza i driver di sistema e delle periferiche; in questo modo, appena escono driver aggiornati o, nella malaugurata ipotesi che un’update del Bios non venga ben digerito da Windows, riparto da un punto….”avanzato”. In ogni caso, consiglio anche il salvataggio di un’immagine a sistema finito e configurato di tutto lo stretto necessario (!), compresi i programmi abitualmente utilizzati, ovviamente previa verifica dell’effettiva funzionalità dell’insieme.
Per quanto riguarda la deframmentazione, merita un discorso a parte; io sono un’utilizzatore assiduo della deframmentazione dei file, addirittura con cadenza giornaliera.
Certamente servono programmi sviluppati ad Hoc per eseguire a dovere il riordino dei file residenti sull’Hard disk.
Un ottimo programma è Diskeeper, il quale permette la deframmentazione anche del file di swap; a questo va associato un piccolo programmino che serva a deframmentare anche quei file di sistema, altrimenti “intoccabili”. A tal proposito, ho trovato in rete un’utility molto valida, PageDefrag: se impostate la deframmentazione ad ogni Boot con tempo impostato a 0, non vi accorgerete nemmeno di averla installata, e per il sistema sarà sempre come….”la prima volta!”
(Incaso il Paging File fosse frammentato, per alcuni riavvi, vi capiterà che quest’utility impieghi un po’ di tempo, prima di terminare l’avvio del sistema operativo: abbiate pazienza e vedrete che tutto si risolverà al meglio.
A questo punto dovreste accorgervi della differenza prestazionale nell’uso del pc, paragonato ad un’installazione con un sistema operativo “standard”.
Potreste, comunque , incontrare ancora ritardi esagerati in termini di tempo di avvio del pc; in questo caso ci viene in aiuto un’utility di Microsoft:
il BootVis ..in pratica, questo programma fa un check del sistema alla ricerca di quei driver che rallentano l’avvio, normalizzando la situazione. Ricordate che per utilizzarla, dovrete temporaneamente riattivare le “utilità di pianificazione”.
Ok….fin qui mi avete seguito? Spero di essere stato abbastanza chiaro ed esauriente.
Mancano, a questo punto, le impostazioni finali, riguardanti la disattivazione di quei servizi non indispensabili alle nostre esigenze.

I Servizi

Essi sono da considerarsi in ultima istanza, per il semplice motivo che, a seguito delle installazioni dei programmi abitualmente utilizzati, troverete servizi inerenti anche a questi; motivo in più per decidere se tenerli sempre attivi od agire di conseguenza.
Vi posso assicurare che disabilitando le voci inopportune al sistema posseduto, il guadagno in termini di prestazioni sarà notevole! (per farvi un esempio, il mio sistema ha 768 mb di ram, ed una volta finito di caricare il sistema operativo, ho a disposizione ancora circa 660 Mb).
Il mio consiglio è quello di sperimentare individualmente la configurazione ottimale per il vostro computer: potete provare ad impostate su manuale tutti i servizi, quindi riavviate; utilizzate normalmente il vostro Windows (quindi connessione, masterizzazione, utilizzo di altre periferiche esterne) e osservate il comportamento dei servizi; è facile capire che quelli che si sono avviati sono indispensabili, quindi regolatevi di conseguenza.
Diverse prove mi hanno portato ad ottenere una configurazione ottimale con le seguenti variazioni, ottenendo così le massime performance.

I servizi da impostare su AUTOMATICO

– Audio Windows (se disabilitato, non sarà possibile utilizzare alcuna periferica audio)
– Plug and Play
– Registro Eventi
– RPC (Remote Procedure Call)
– Spooler di Stampa
– Strumentazione Gestione Windows (se disabilitato, la maggior parte delle funzioni di Windows non saranno accessibili)
– Temi

I servizi da impostare in MANUALE

– Auto Connection Manager di Accesso Remoto
– Connection Manager di Accesso Remoto
– Connessione di Rete
– NLA (Network Location Awareness)
– Servizi Terminal
– Sistema di Eventi COM+
– Telefonia
– Windows Installer
– Clipbook

I servizi da impostare su DISABILITATO

– servizio di indicizzazione
– servizio di segnalazione errori
– condivisione desktop remoto di netmeeting
– gestione sessione di assistenza mediante desktop remoto
– registro di sistema remoto
– helper smart card
– smart card
– servizio ripristino configurazione di sistema
– windows image acquisition (se non avete scanner)
– servizi terminal
– telnet
– gruppo di continuità
– portable media serial number
– aggiornamenti automatici
– Guida in linea e supporto tecnico
– Messenger
– Servizio IMAPI CD-Burning COM

Alcune applicazioni che avrete installato (tipo l’antivirus), le troverete anche nella lista dei servizi; previa opportuna verifica, il consiglio è di settarle in manuale, per usufruire solamente quando è necessario del loro supporto.

***

Bene, finalmente siamo giunti alla fine…
Spero siate riusciti a seguirmi e ad apprezzare i miglioramenti apportati.
Voglio precisare, che questa guida è il frutto di esperienze personali derivate da continue ricerche in rete e sulle riviste specializzate; come tale, quindi, sicuramente perfezionabile.
Non intendo, per cui, attribuirmi nessun merito o responsabilità sull’efficacia di queste soluzioni, e ringrazio lo staff di PcTuner per avermi dato l’opportunità di rendere partecipe ogni utente della rete di queste migliorie.
Vi ricordo, anche, che su questo sito è presente un’ottima guida del nostro moderatore Gismaster riguardante l’uso di Rivatuner: un programma che aiuta, in 3D Mark 2001, a battere lo stesso…Gismaster(!) ed a settare i parametri della scheda video al fine di sfruttarne al massimo le performance in campo ludico.

Grazie a tutti per l’attenzione.